Zignago: i Marzotto-Donà dalle Rose promuovono l’Opa residuale

Scatta l’Opa residuale sui titoli Zignago ancora sul mercato. Con la prima offerta, conclusasi il mese scorso, la società Zi.Fi ha infatti raggiunto il controllo del 95,69% del capitale della holding, che vanta partecipazioni nei settori lino (con oltre il 34% di Linificio), vino e vetro, e ora si appresta a rilevare le restanti quote per oltre 20 milioni di euro.
L’offerta principale di Zi.Fi, finanziaria che fa capo ad alcuni membri delle famiglie Marzotto e Donà dalle Rose, aveva fissato il prezzo di Zignago a 18,6 euro per azione.
Nei giorni scorsi Zignago ha nominato il cda per il triennio 2005-2007. Stefano Marzotto è salito alla presidenza al posto di Antonio Favrin (attuale presidente di Marzotto), che ha lasciato la società insieme ad altri esponenti delle famiglie Marzotto e Donà dalle Rose, con cui la scorsa primavera aveva lanciato un’offerta su Zignago a 18 euro per azione. Tra i membri del nuovo consiglio entrano Marco Donà dalle Rose e, fra i Marzotto, Gaetano, Luca e Nicolò. Consiglieri anche Alessandro Benetton e Mario De Benedetti.
e.f.
stats