Zona Tortona: gli eventi del "Fuori salone" e i nuovi arrivi del quartiere

Presentati ieri, nel corso di una conferenza stampa a Superstudio Più, i progetti legati al percorso milanese “Fuori salone” del Mobile relativi alla Zona Tortona. Un quartiere dalla fisionomia particolare, che sempre più si sviluppa come polo della creatività, della moda e del design. Mentre fervono nuove iniziative.
Esiste addirittura un marchio, Zona Tortona, nato nel 2002 per identificare i progetti al di fuori del Salone del Mobile, che in queste vie hanno trovato terreno fertile per esprimersi.
È grazie all’iniziativa di Recapito Milanese, società che progetta servizi per la comunicazione aziendale e che opera prevalentemente nell’ambito del design, che in contemporanea al Salone Internazionale del Mobile di Milano (previsto quest’anno dal 14 al 19 aprile) vengono sviluppate iniziative volte a stabilire sinergie tra i diversi spazi espositivi del quartiere. L’obiettivo è dare vita a un circuito di eventi e location che portino al consolidamento di un polo del design di rilievo internazionale. Il coordinamento consiste nel fornire un filo conduttore all’immagine della zona: creare un percorso lungo i marciapiedi per costruire un legame tra i vari spazi, produrre e distribuire mappe dell’area con l’elenco degli eventi e degli espositori, organizzare servizi di navette e auto per facilitare gli spostamenti.
Quest’anno, fra le novità, si segnala la creazione di un centro servizi per la stampa presso il Superstudio Più di via Tortona 27 e la nascita di un sito Internet, www.zonatortona.it, in collaborazione e sinergia con il portale www.fuorisalone.it. Fra gli eventi spicca il progetto Zona Tortona Kids, presso il Magna Pars, dedicato al mondo dell’infanzia con una mostra interattiva di prodotti di design di aziende sensibili all’universo dei piccoli.
Ma l’obiettivo di Recapito Milanese è molto più ambizioso e mira a dare vita a un marchio in grado di promuovere iniziative legate non solo al design, ma anche alla moda, all’arte, alla cultura, alla tecnologia e all’intrattenimento. "Vogliamo rafforzare l’identità del quartiere e far vivere il brand nel corso di tutto l’anno", ha spiegato Luca Fois di Recapito Milanese.
Il respiro internazionale, d’altra parte, è assicurato alla zona dalla presenza di strutture veramente uniche, alle quali presto si aggiungeranno nuove iniziative di estremo interesse. Fra queste, la nascita di un albergo che sarà gestito dal gruppo spagnolo Nh (300 hotel al mondo): sarà un brand nuovo per una struttura dall’immagine decisamente trendy. Altro "indirizzo" presso il quale si sta lavorando è il civico 37 di via Tortona, dove nell’arco di poco più di due anni dovrebbe sorgere una cittadella della creatività e dove per la prima volta si costruirà il nuovo, invece di ristrutturare il già esistente.
Intanto presso l’area ex-Riva Calzoni, dove già sorgono le showroom di Tod’s e C.P. Company, si preannuncia l’arrivo delle nuove sedi milanesi di Zegna (6.700 metri quadri) e di Allegri (1.500 metri quadri), mentre è prevista per settembre l’inaugurazione della Fondazione Museo di Arnaldo Pomodoro. Non lontano dal quartiere, dall’altra parte del naviglio in via Lodovico il Moro, si preannuncia invece la nascita di un polo del design che sorgerà negli spazi della ex- Richard Ginori. Tutti i progetti sopra citati vedono il coinvolgimento di Loftart, struttura dei fratelli Alessandro e Uberto Cajrati Crivelli, che si occupa di iniziative di ristrutturazione immobiliare.
c.me.
stats