eBay batte Tiffany & Co. in un caso di merce contraffatta

Primo round ko per Tiffany & Co. nella battaglia legale contro eBay, cui quattro anni fa aveva fatto causa, chiedendo di porre fine alla vendita sul suo sito di gioielli in argento contraffatti. A questo proposito, un giudice federale di Manhattan ha ritenuto la società di aste online priva di responsabilità. Ma il gioielliere americano non si dà per vinto e ha già annunciato l’intenzione di fare ricorso.
Secondo la sentenza di 66 pagine pronunciata dal giudice Richard Sullivan (si apprende da wwd.com), Tiffany avrebbe cercato di spostare l’onere di vigilare sul trademark dalla proprietà del brand a eBay, quando è invece compito specifico del gioielliere (e non della auction house) difenderlo e rafforzarlo.
eBay, ha precisato Sullivan, deve comunque adempiere ai propri vincoli legali, prendendo tutte le precauzioni necessarie per bloccare la vendita dei falsi.
m.g.
stats