milano moda donna

Plan C raddoppia il fatturato. Castiglioni: «Avanti coi pop-up e e-shop»

In un'intervista rilasciata a Fashion Carolina Castiglioni, fondatrice di Plan C - protagonista domani di un evento nel calendario di Milano Moda Donna - si dice «molto soddisfatta» dei risultati ottenuti sul piano commerciale dal marchio, fondato poco più di un anno fa con il padre Gianni Castiglioni e il fratello Giovanni, rispettivamente a.d. e direttore operativo.

Campagna vendita Spring-Summer 2020 chiusa a +70% rispetto a quella dell’anno precedente (+15% sulla Fall-Winter 2019/2020). Fatturato raddoppiato dopo tre stagioni e una stock list salita a 164 nomi, inclusi 19 department store e 10 e-tailer: sono questi i numeri che la figlia di Consuelo Castiglioni (fondatrice di Marni) ha messo in campo per riassumere questi primi mesi di lavoro.

«I sell out dei nostri clienti sono buoni - ha raccontato la stilista nel botta e risposta pubblicato sul nostro magazine - e presto arriverà anche il secondo monomarca, mentre il team è in continua evoluzione. Ma le collezioni restano due all’anno. Vogliamo mantenere la dimensione umana e i ritmi sostenibili con cui abbiamo iniziato».

La Castiglioni, fresca protagonista di un colab con One-Off a Brescia, ha confermato che i pop up con i grandi retailer multimarca saranno alla base della strategia commerciale della prossima stagione.

«La formula del pop up store è l’ideale per un marchio come il nostro - ha affermato -. Rafforza il rapporto con i partner wholesale e consente di far conoscere al cliente l’intero mood di collezione. Per questo abbiamo intenzione di insistere su questa strada. Abbiamo in cantiere una serie di collaborazioni: Andreas Murkudis a Berlino, dove saremo presenti a ottobre per un mese, Le Bon Marché a gennaio 2020 e a febbraio Harvey Nichols».

La presentazione alla stampa della collezione SS2020 è in programma il 20 settembre, ma il bilancio dal punto di vista commerciale come detto è già positivo: crescono tutti i mercati.

«Da subito - ha proseguito Carolina - il Giappone è stato il primo mercato a credere in noi e vale oltre il 30% delle vendite. Negli Usa e in Italia registriamo ottimi business. Anche la Corea è molto ricettiva (con il 7,5%) e le prospettive sono di crescita: progettiamo di aprire un monomarca a Seul  grazie alla partnership con Samsung».

Ma le performance di Plan C sono frutto di diversi fattori, compreso il rafforzamento del prodotto. Inizialmente i best seller erano le camicie, «ma la scorsa stagione anche i pantaloni sono andati benissimo, così come la maglieria. In questa campagna vendita abbiamo presentato anche due nuovi modelli di borse. Sono andate bene, ma sappiamo che per affermare una borsa sul mercato ci vuole tempo e noi non vogliamo bruciare le tappe», ha concluso la stilista, annunciando che il prossimo progetto su cui lavorare è l'e-shop.

Il testo integrale dell'intervista è pubblicato su Fashion, datato 17 settembre 2019 e dedicato a Milano Moda Donna, al White e agli altri saloni del womenswear in città (Super e TheOneMilano), con un focus sulle collezioni Spring-Summer 2020.

an.bi.
stats