2.300 METRI QUADRI NELLE EX POSTE

Con Starbucks parte la rivoluzione di piazza Cordusio

Tutto è pronto in piazza Cordusio per il grand opening oggi (6 settembre) della maxi-caffetteria americana, che ha scelto Milano come epicentro per il suo sviluppo in Italia, in tandem con Percassi.

Per Howard Schultz, fondatore e oggi chairman emiritus di Starbucks, che visitò il nostro Paese per la prima volta 35 anni fa, la Starbucks Reserve Roastery di Milano è il fiore all'occhiello della presenza retail dell'azienda a livello globale: 2.300 metri quadri nell'iconico ex Palazzo delle Poste, dedicati allo spettacolo della torrefazione, preparazione e miscelatura del caffé, con la crème della Starbucks-experience maturata in 47 anni di storia.

«Durante il mio primo viaggio a Milano nel 1983 - racconta Schultz - fui affascinato dal senso di comunità che trovai nei bar della città, il contatto umano così genuino tra i baristi e i loro clienti. L’apertura della Roastery milanese è un cerchio che si chiude. Tutto quello che abbiamo vissuto dal primo momento d’ispirazione 35 anni fa fino ad oggi, facendo parte della vita quotidiana di milioni di persone in tutto il mondo, lo portiamo in Italia con immenso rispetto».

L'opening di Milano - primo passo della trasformazione di piazza Cordusio, dove arriverà a breve anche la fashion house Uniqlo - porta per la prima volta in Europa il format della Roastery, che conta solamente altri due store al mondo (a Seattle e Shanghai), dove punta di diamante sono gli esclusivi piccoli lotti di chicchi di Arabica provenienti da coltivazioni etiche di 30 Paesi del mondo.

Nel tempio del caffé di Starbucks ci saranno anche la bakery di Rocco Princi (che farà parte di tutti gli spazi Reserve Roastery del mondo), uno "Scooping Bar" dove si potranno acquistare confezioni speciali di caffè e il bar "Arriviamo", destinazione dedicata al rito tutto milanese dell'aperitivo.

Un debutto in grande stile costato, si vocifera, sui 20 milioni e che ha creato circa 300 posti di lavoro, ponendo le basi per l'espansione in Italia: a partire dalla fine del 2018 sono infatti previste nuove inaugurazioni (si parla di Torino e Roma), sempre in collaborazione con Percassi.

Dopo il grande evento inaugurale di stasera (dove è coinvolta anche l'Accademia Teatro alla Scala), la Roastery di piazza Cordusio aprirà le porte al pubblico domani (7 settembre) alle 9.

a.t.
stats