361 milioni il rosso del 2020

Edizione sostiene Benetton con 300 milioni

La pandemia fa salire le perdite di Benetton ma la famiglia, attraverso la holding Edizione, è pronta a sostenere il business, impegnandosi a iniettare 300 milioni di euro (in parte già versati) entro fine 2022.

Lo scorso anno Benetton Srl, controllante di Benetton Group e delle attività tessili di Olimpias, ha subito un calo dei ricavi del 38% a 707 milioni di euro. La perdita annuale è stata di 361 milioni, dal precedente rosso di 90 milioni.

Come emerge dai media locali e dalle agenzie, il gruppo ha l’obiettivo di superare il punto di pareggio, a livello di risultato operativo, nel 2023. Per raggiungerlo è prevista una ricapitalizzazione, entro il 31 dicembre 2022, di cui una parte (200 milioni) è già stata versata nel 2020.

Il percorso di ristrutturazione e rilancio avviato negli anni scorsi, come emergerebbe dalla relazione di bilancio, ha subito una rivisitazione e accelerazione con l'arrivo del nuovo ceo Massimo Renon e, nel difficile contesto competitivo determinato dalla crisi del Covid, il cda ha approvato un nuovo piano 2021-2026. Il ritorno alla generazione di cassa è ipotizzato dal 2023 e dal 2024 al 2026 sono attesi cash flow positivi crescenti, fino ad arrivare a un risultato operativo oltre il 6% del fatturato nel 2026.

Il nuovo piano quinquennale prevede una trasformazione del modello operativo e produttivo, per assicurare un miglioramento delle perfomance dei negozi (circa 5mila il network), a parità di perimetro e una riduzione dei costi (nella foto, lo store green inaugurato a Firenze lo scorso marzo).

e.f.
stats