473 milioni la capitalizzazione attesa

La Perla verso la quotazione a Parigi

La lingerie La Perla, attualmente di proprietà di Tennor Holding B.V., vuole quotarsi alla Borsa di Parigi.  

Come si legge in una nota, l’inizio degli scambi di La Perla Fashion Holding N.V. (la holding olandese a cui fa capo il business bolognese) sul mercato Euronext Growth di Euronext Paris è atteso per venerdì 6 settembre. Non è previsto un aumento di capitale e l’obiettivo è raggiungere una capitalizzazione di mercato di 473 milioni di euro, a un prezzo di collocamento di 4,5 euro per azione.

Obiettivo del listing, nelle parole del ceo Pascal Perrier, ex Burberry, è aumentare la visibilità di La Perla e attrarre capitali.

L'azienda di intimo e beachwear di lusso, fondata negli anni ’50 dalla famiglia Masotti, ha avviato un programma di ristrutturazione che include il ridimensionamento della struttura organizzativa, una revisione della distribuzione (70 i punti vendita attuali, di cui 44 gestiti direttamente, oltre alla presenza in 36 department store) e il rilancio dell’e-commerce.

Secondo stime, nel 2018 ha fatturato 106 milioni di euro, -21% rispetto all’anno prima, ma la perdita operativa è passata da 179 a 91 milioni.

In estate la proprietà ha annunciato un piano che prevede 126 esuberi, dei 500 totali occupati a Bologna: uno dei tanti tavoli di crisi aperti al Mise e ancora in attesa di soluzione.

e.f.
stats