A Firenze

Pop Bag by J&C: uno store in via Calimala per le borse trasformiste di Sara Lin

Moda come gioco e divertimento ma anche come personalizzazione. Il punto vendita inaugurato ieri (22 marzo) a Firenze dall'imprenditrice cinese (naturalizzata italiana) Sara Lin, accoglie l'universo delle Pop Bag by J&C, borse brevettate che cambiano aspetto e colore. Ed è solo l'inizio: in cantiere nuovi progetti.

 

70 metri quadri, la boutique al civico 23r di via Calimala è stata progettata dallo Studio 63 all'insegna della fantasia e del colore. «L'atmosfera ricorda un negozio di caramelle o di giocattoli», ha spiegato Sara Lin, che grazie alle Pop Bag vuole rispondere alle esigenze di una consumatrice moderna. «Oggi le donne hanno voglia di sentirsi uniche ma anche di divertirsi con la moda».

 

Nel punto vendita di via Calimala c'è solo l'imbarazzo della scelta. Sulla parete di destra ci sono decine e decine di pannelli colorati in tanti materiali diversi, dalla pelle alla gomma, fino all'ecopelle. Se ne scelgono due a piacimento, si abbinano grazie a una fila di automatici, si selezionano i manici e il gioco è fatto. Salvo poi smontare la borsa per riporla in armadio o in valigia, oppure per ricomporla con manici diversi o nuovi pannelli. E c'è anche la "bag in bag", pratica pochette da staccare all'occasione.

 

Un gioco bello, anche perché non costa tanto. «Si parte dai 29 euro dei modelli baby per arrivare ai 70/80 delle mini, e agli 85/250 delle versioni small, midi e maxi - puntualizza Sara Lin -. Ma ci sono anche le edizioni speciali in pitone, fino agli 800 euro. Il tutto made in Italy».

 

Un universo che si arricchisce costantemente, grazie a flash in season. Come le nuovissime proposte con lavorazione effetto matelassé, le versioni in Pvc trasparente che si chiudono con clip multicolor, i modelli ispirati ai "comics" con scritte cangianti, le Pop dogs per portare il cagnolino e la special edition lanciata in occasione dell'opening, dedicata a Firenze.

 

Proposte acquistabili anche via internet, all'indirizzo www.jandc.eu, in vendita in 200 negozi, a pochissimi mesi dal lancio, lo scorso settembre. «La mia è una Pop philosophy - spiega Sara Lin -. Per questo il progetto è destinato a crescere. Ci saranno nuove borse e forse nuovi prodotti e il format potrebbe essere riproposto. Penso che funzionerebbe benissimo nei duty free shop degli aeroporti. Ma è presto per parlarne».

 

Trapiantata in Italia da quando era bambina, Sara Lin vive a Firenze, dove ha preso l'accento tipicamente  toscano e dove ha sede la sua azienda, un moderno edificio a Sesto Firentino con oltre 1.000 metri quadri di showroom.

 

Nel 2008 ha lanciato il marchio J&C Jackyceline (da cui ha avuto origine la Pop Bag, che ne rappresenta l'anima giovane), una label che è già insegna di un monomarca in via Guicciardini e di 16 store tra Cina e Taiwan, venduta in 300 plurimarca, che oggi fattura 6 milioni e mezzo di euro.

 

Non soddisfatta, nel 2010 Sara Lin ha acquistato anche l'etichetta storica fiorentina Desmo, nata nel 1976. Un brand oggetto di un piano di rilancio, che farà sicuramente tappa negli Stati Uniti», preannuncia.

 

stats