A MIlano

Anche Versace in lizza per sbarcare nell'Ottagono

La Galleria di Milano vira sempre più in direzione del lusso. E soprattutto della moda. Dopo le maison Prada, Louis Vuitton e Armani, ora sembra arrivata la volta di Versace (foto tratta dal Portale del turismo della città di Milano)

 

Il piano messo in atto dalla giunta Pisapia per ridare lustro alla centralissima location milanese sta dando i suoi frutti. Come si legge sui notiziari odierni, per la maison della Medusa paiono dischiudersi le porte dell'Ottagono. La casa di moda, infatti, avrebbe depositato in Comune l'istanza per prendere il posto che l'Argenteria Bernasconi occupa dagli anni Trenta. Pare che Versace abbia acquisito il diritto di prelazione sulla cessione del ramo di azienda quando Bernasconi non aveva ancora intenzione di lasciare. Questo diritto, ora, rappresenta la carta vincente per sbaragliare la concorrenza di altri competitor.

 

In base alle nuove normative per riqualificare la zona, se il Comune accoglierà la proposta, Versace dovrà pagare almeno il doppio dell'affitto attuale, che supera di poco i 300mila euro annui.

 

Si ridisegna dunque la geografia della Galleria, dove Prada si appresta ad "allargarsi" occupando i locali che un tempo ospitavano McDonald's e, forse, estendendosi ulteriormente negli spazi di Feltrinelli e dove Armani si è aggiudicato i locali occupati da Andrew's Ties e Camicie St. George, per aprire uno store dedicato agli accessori, dopo la chiusura di quello di via Spiga.

 

stats