A PITTI BIMBO

Grant: anche L:ú L:ú Girl on stage e una capsule di Miss Grant da Luisa Via Roma

La sfilata è un appuntamento fisso per Grant durante Pitti Immagine Bimbo: ma in occasione di questa edizione qualcosa cambia. L'azienda bolognese è protagonista anche con un progetto insieme alla boutique Luisa Via Roma.

 

Per la prima volta, come spiega Mauro Serafini, in Fortezza vengono presentate con uscite distinte le varie linee, compresa L:ú L:ú Girl, sinonimo di proposte d'impronta minimal ma originale, dedicate alle bimbe e ragazzine dai due ai 12 anni e disegnate come le altre da Paola Montaguti. "Un modo per comunicare più chiaramente la nostra realtà agli operatori", commenta l'imprenditore, che sta incrementando la dimensione internazionale del suo business. "La quota export sul giro d'affari - spiega - è del 55%, ma in un anno vogliamo portarla al 75%, anche grazie alla presenza in Cina, che per ora si circoscrive a una trentina di multimarca, ma presto si rafforzerà".

 

Una sfida importante è il web: in occasione del salone del childrenswear debutta presso lo store Luisa Via Roma, nel centro di Firenze, la capsule "Fairy Tale" di Miss Grant - un insieme di proposte, soprattutto mini-dress, d'impronta romantica e sofisticata (nella foto) - che, oltre a essere disponibile nel negozio reale, viene commercializzata da febbraio sul sito luisaviaroma.com.

 

Un'iniziativa inserita in un più ampio investimento nell'e-commerce, che sfocerà in primavera in un corner virtuale, sempre dedicato a Miss Grant e realizzato in collaborazione con un player globale come Yoox. "Ma tengo a sottolineare - conclude Serafini - che su Internet i prezzi saranno uguali a quelli applicati al retail reale".

 

stats