A PITTI BIMBO

I Pinco Pallino: jv con Lunar Capital per 50 punti vendita tra Cina e Far East

Pinco Pallino progetta da qui al 2018 una forte espansione in Cina e Far East: con questo obiettivo l'azienda di childrenswear controllata da Opera SGR, cui fa capo il brand I Pinco Pallino, ha concluso un accordo con l'operatore di private equity Lunar Capital.

 

Una realtà, quest'ultima, specializzata in investimenti di maggioranza, con focus sulle piccole e medie imprese i cui settori sono sostenuti dalla domanda di beni di consumo nel mercato della Repubblica Popolare. Dall'intesa scaturisce una joint venture - operativa, oltre che in Cina, in altre sei aree, tra cui Taiwan, Singapore e Hong Kong -, di cui Lunar Capital deterrà la maggioranza tramite una controllata, supportando il management nella supervisione delle attività operative in loco. Fa inoltre parte dell'operazione un investimento di minoranza da parte della stessa Lunar Capital nella Pinco Pallino SpA, mediante un aumento di capitale riservato.

 

Un trampolino di lancio importante su territori strategici, per la società che dallo scorso settembre è guidata da Gaetano Sallorenzo, nel cui curriculum figurano esperienze in Replay, Stuart Weitzman, Calvin Klein e Armani Usa: si prospetta infatti l'avvio di circa 50 punti vendita I Pinco Pallino in un quinquennio, suddivisi tra monomarca e corner in importanti department store, tra Cina, Hong Kong, Giappone, Corea, Macao, Singapore e Taiwan.

 

Opera e Pinco Pallino sono state assistite nella transazione dallo studio legale Caffi Maroncelli & Associati e dallo Studio BNC di Bergamo. Lunar Capital e Yeehoo Apparel si sono invece avvalse di Method Investments & Advisory (Londra), King & Wood Mallesons (Hong Kong) e Gianni Orrigoni Grippo Cappeli & Partners.

 

 

stats