A PITTI BIMBO

Simonetta: «Let The Journey Begin»

Quello con Pitti Bimbo è un appuntamento speciale per Simonetta. La realtà di Jesi, guidata dalla famiglia Stronati e alle prese con sfide importanti (tra cui il più volte annunciato ingresso di un socio di minoranza), celebra i 40 anni al salone con la proiezione di un film, Let the journey begin, prodotto da Aria su soggetto di Pitti Immagine.

 

Nella pellicola Simonetta è più di un marchio: diventa infatti un personaggio, che si anima e prende per mano una bambina, trasportandola in una realtà dove i temi delle collezioni diventano lo spunto per volare, sognare, viaggiare. In effetti, “viaggiano” sempre di più nel mondo, le creazioni sia della linea di proprietà, sia delle griffe di cui si occupa: Roberto Cavalli Junior, i cui sviluppi sono particolarmente attesi visti i cambiamenti societari e di direzione creativa della griffe, Fay Jr.e Fendi Kids, non una licenza ma una joint venture tra Simonetta e la casa di moda romana, inserita nell’orbita di Lvmh.

 

«I mercati su cui stiamo puntando di più - afferma Giuseppe Rossi, direttore generale dell’azienda marchigiana - sono il Medio Oriente, con una nuova vetrina in dirittura d’arrivo al City Walk di Dubai, e la Cina, dove abbiamo gettato le basi per crescere, avviando due monomarca a Macao, presso Galaxy, e nello shopping centre Ifs di Chengdu».

 

«Il sell out di stagione - prosegue - ci ha premiato anche in aree come la Gran Bretagna e, quasi a sorpresa, la Russia, che dopo stagioni difficili sta invertendo la tendenza, come confermato dall’andamento delle precollezioni 2016/2017. In Italia, benché i risultati non siano ancora tornati ai valori più che soddisfacenti di qualche anno fa, gli incrementi sono stati anche del 20-30%».

 

«Parte del merito di queste performance - precisa il manager - è dovuto a una strutturazione più razionale dell’offerta, con precollezioni estive e invernali consegnate in anticipo, che stanno funzionando per i multimarca e per il network retail».

 

stats