A Pitti Uomo

L'uomo di Antony Morato cresce del 12%. Al debutto la campagna "I am who I am"

Bilancio positivo per Antony Morato, che chiude il 2015 a quota 91 milioni di euro, rispetto agli 80 del 2014. In progress sensibile il retail (+17% like for like) e l'e-commerce (+70%). Al via a Pitti Uomo la nuova campagna scandita dall'headline "I am who I am".

 

Presentata in Fortezza da Basso nel corso di un lunch, ieri 13 gennaio, la nuova campagna ha voluto dare grande enfasi ai contenuti digitali. L'hashtag #iamwhoiam invita i consumatori a raccontarsi, a mettere in evidenza il proprio modo di essere, comprese le debolezze.

 

«Seguire e amare la moda non è una colpa - spiega a fashionmagazine.it il corporate marketing e retail director, Sauro Mariani -. Il maschio è cambiato e ha saputo fare delle sue debolezze i propri punti di forza».

 

Ispirata al mondo rock degli anni Settanta, la collezione in mostra nel grande stand rivela un lavoro attento sulle stratificazioni e sui materiali. Il chiodo è in lana spalmata, il montgomery sceglie il neoprene e i cotoni sembrano denim.

 

Forte l'attenzione anche sui prezzi: «Abbiamo inserito alcuni capi di fascia più alta ma essenzialmente i listini sono invariati», chiarisce Mariani

 

Un look che piace anche oltrefrontiera. «Oltre all'Italia, i mercati più forti per noi sono Germania, Spagna e Francia - prosegue Mariani -. Per quanto riguarda il retail, di recente abbiamo aperto store ad Amsterdam e Rotterdam e abbiamo in programma 20 aperture per il 2016, di cui cinque in Italia e altrettanti in Spagna nel primo semestre».

 

stats