A Pitti Uomo

Russia, Stati Uniti e Cina nel mirino di Fgf Industry

Prevista per la prossima primavera l'apertura di una filiale Fgf Industry a Mosca e, in parallelo, di un'insegna Blauer e C.P. Company. Analoga sfida è in programma anche per gli Usa, sempre nel 2013, anno in cui sono previsti anche due/tre importanti opening in Cina.

 

Enzo Fusco, patron di Fgf Industry - cui fanno capo le etichette C.P. Company, Blauer e Bpd e che ha siglato di recente un'intesa per la produzione e distribuzione del marchio Ten C - mira a compensare le défaillance del mercato italiano spingendo l'acceleratore oltreconfine. "In Russia - racconta - siamo già presenti con le etichette Blauer e C.P. Company ma si tratta di un presidio marginale che ora vogliamo incrementare sensibilmente con una presenza diretta. Se la strategia funziona, l'obiettivo è lo sviluppo del progetto retail". Il discorso è valido anche per gli Stati Uniti dove, sempre prima dell'estate o al massimo in autunno, si punta a essere operativi con headquarters e relativo negozio.

 

Intanto, in seguito all'intesa con un importante gruppo cinese, sono fissati per luglio gli opening di tre store Blauer. "Primo step di un piano di inaugurazioni che punta a totalizzare le 50 vetrine entro cinque anno", conclude Fusco. E che vedrà anche l'introduzione del marchio C.P. Company.

 

stats