ACCORDI

Pasquale Bruni: con Hengdeli parte l'espansione in Cina

Pasquale Bruni, marchio di alta gioielleria, entra nel territorio cinese grazie a un accordo siglato con Hengdeli, leader per la distribuzione di orologeria luxury in Asia. Il primo shop-in-shop è previsto per il prossimo settembre, presso il department store situato al piano terra del Dragon Hotel di Hangzhou.

 

Hengdeli ha scelto Pasquale Bruni tra i marchi made in Italy per ampliare l'offerta di gioielli all'interno dei suoi circa 400 negozi tra Cina, Hong Kong, Macao e Taiwan. I corner e gli shop-in-shop cinesi previsti dal piano retail, compreso quello di Hangzhou, saranno allestiti secondo il concept frutto della collaborazione tra i designer della maison, tra i quali lo stesso presidente e fondatore, Pasquale Bruni, e l'architetto britannico David Chipperfield. Nero e rosso, i colori distintivi del brand, esaltano spazi espositivi dal sapore contemporaneo.

 

L'investimento di Pasquale Bruni nel Paese asiatico rientra in un progetto retail avviato nel 1997, che nel 2012 ha visto l'opening di uno shop in shop ad Antalya, in Turchia e che prevede un avamposto nella Repubblica Ceca, a Karlovy Vary.

 

"In termini di potenzialità e sviluppo la Cina è oggi una delle realtà più interessanti e dinamiche per il mercato del lusso - ha affermato Pasquale Bruni -. L'accordo stretto con Hengdeli rappresenta una nuova sfida per la nostra azienda, che celebra proprio quest'anno i 15 anni del marchio e i 36 della mia attività di designer".

 

stats