APERTURE

Harmont & Blaine a Mosca con Sophia. Altri opening in arrivo

È stato un pomeriggio di sapori mediterranei, con i limoni di Sorrento e i peperoncini, ma soprattutto con la presenza di una madrina d'eccezione, Sophia Loren, quello che ieri, 10 aprile, a Mosca ha segnato l'inaugurazione della prima boutique Harmont & Blaine nella capitale russa. Un'apertura che rientra in un progetto retail più ampio.

 

Situata in Kuznetsky Most 7, nel cuore del centro culturale e commerciale della città, occupa uno spazio di 250 metri quadrati ed è la prima delle tre boutique che saranno avviate nella capitale russa dalla griffe del bassotto nel corso del 2014.

 

Un'apertura, quella moscovita, che segna per Harmont & Blaine l'avvio del progetto "global cities", che porterà il marchio di abbigliamento a insediarsi nelle principali capitali turistiche internazionali.

 

«Parte da Mosca - ha commentato l’amministratore delegato Domenico Menniti - un cammino che ci porterà a collocarci entro i prossimi tre anni in città come Parigi, Londra, Tokyo e New York, oltre alle già presidiate Mosca, Hong Kong, Istanbul, Dubai e Città del Messico».

 

Harmont & Blaine prevede di rafforzare ulteriormente la presenza a Mosca nel corso del 2014 con gli opening di altre due store presso il Crocus City Mall nel corso del primo semestre e l’Atrium Mall nella seconda parte dell’anno. Altri due store sono previsti, sempre nella capitale russa, nel 2015.

 

Menniti ha spiegato che le priorità in campo internazionale saranno Parigi e Londra, che potrebbero essere oggetto di alcuni opening già nel 2015, mentre il debutto negli Stati Uniti avverrà, prima ancora che con una boutique, con un ufficio.

 

Un ambizioso piano retail che non trascura l'Italia, da cui è partito il successo del marchio del bassotto. «Apriremo entro la fine di quest'anno - ha rivelato l'imprenditore - due negozi a Roma e Venezia, città al centro delle rotte turistiche particolarmente strategiche».

 

L'opening di Mosca, celebrato con una serata di gala all'interno dei grandi magazzini Gum, oltre che sulla presenza della Loren ha potuto contare anche sulla partecipazione (mediaticamente meno eclatante, ma strategicamente significativa) dei vertici del fondo Clessidra, che sta trattando in esclusiva l'ingresso nel capitale con una quota di minoranza. La due diligence prosegue e dovrebbe essere portata a termine entro due/tre mesi.

 

 

L'evento a Mosca è stato per Menniti anche l'occasione per fare il punto sui nuovi progetti firmati Harmont & Blaine. Il lancio della linea premium Napoli sarà rimandato di una stagione ed è fissato per il prossimo autunno-inverno, così come anche l'intenzione di sfilare a Milano è slittata di qualche tempo: «Dobbiamo trovare la giusta collocazione in calendario - ha detto - e quindi abbiamo bisogno di un po' di tempo».

 

Prosegue invece il progetto e-commerce, che dal 15 aprile entrerà in una nuova era. Non sarà più affidato a Yoox, ma gestito internamente.

 

stats