APERTURE

Morellato inaugura a Milano un nuovo concept retail e prosegue negli opening

È un omaggio alle origini veneziane di Morellato il nuovo format inaugurato ieri al negozio milanese di corso Buenos Aires 18: un concept che andrà a contraddistinguere tutte le prossime aperture del marchio di gioielli e orologi. Intanto prosegue la corsa dell'insegna: next stop, Abu Dhabi.

 

Heritage e immagine high-tech si intrecciano nello spazio di circa 80 metri quadri dello shop meneghino, grazie al particolare gioco di mosaici e specchi retroilluminati dai led che richiama la storica facciata di Palazzo Ducale a Venezia, dove il brand ha mosso i primi passi 82 anni fa. "Questo re-opening segna una tappa importante per Morellato - spiega il patron Massimo Carraro - perché inaugura un concept innovativo per i nostri negozi, all'insegna dell'armonia, della luce, della semplicità". Un design che andrà a caratterizzare tutte le nuove boutique della griffe.

 

Continua infatti l'espansione della label a livello internazionale, presente nel nostro Paese con sette monomarca e un network di circa 220 punti vendita nel mondo, oltre che nel canale wholesale con 4mila multibrand. "Abbiamo appena riaperto il negozio di calle delle Macerie a Venezia e avviato uno spazio a Dubai. Ora tocca ad Abu Dhabi" anticipa Carraro. Che non distoglie però l'attenzione dalla Cina, mercato dove Morellato è attivo dal 2005 e sul quale sta scommettendo con convinzione: a fine 2012 le vetrine in loco erano 180, ma la previsione è di tagliare il traguardo delle 300 entro la fine dell'anno. Per implementare la propria presenza nel Far East resta inoltre ferma l'idea di aprire il capitale a investitori cinesi: "Stiamo valutando potenziali partner - conferma l'imprenditore -. Si tratterebbe comunque di cedere delle quote di minoranza".

 

Oltre che con il marchio omonimo, Morellato Group presidia il mercato worldwide con i brand di proprietà Sector, Philip Watch, Chronostar e Bluespirit (catena made in Italy che conta 220 vetrine in sette Paesi) e attraverso etichette in licenza, tra cui Just Cavalli, John Galliano, Maserati e Miss Sixty.

 

stats