AZIENDE

Gap Inc. in progressione, ma l'estero non premia

Chiusura positiva del mese di gennaio per Gap Inc., che nelle cinque settimane terminate il 2 febbraio ha totalizzato ricavi netti pari a 1,13 miliardi di dollari, contro i precedenti 833 milioni. Nel quarto trimestre il fatturato ha raggiunto quota 4,73 miliardi di dollari, dai passati 4,28 miliardi. Dati che beneficiano di una ripresa sul mercato domestico, mentre a livello internazionale il passo è più lento.

 

Il turnover netto del fiscal year è stato di 15,65 miliardi di dollari in un arco di tempo di 53 settimane, mentre il dato 2011, relativo a 52 settimane, equivale a 14,55 miliardi. Alla voce vendite a perimetri comparabili, in gennaio sono progredite dell'8%, su un precedente -4% e nel quarto quarter hanno messo a segno un +5%, in recupero sul -4% dello stesso periodo 2011. Ancora +5%, in confronto con un -4%, nei 12 mesi.

 

Prendendo in esame il business, sempre a perimetri comparabili, in Nord America durante gennaio, si notano segni più per tutti i brand di punta della company: +8% sia per Gap che per Banana Republic e +12% per Old Navy. L'incremento sui mercati internazionali è stato dell'1%. Nel gennaio 2011 si erano verificate riduzioni su tutti i fronti, con un -10% nel caso dei territori oltreconfine. Gli esiti del quarto trimestre rispecchiano in buona parte queste performance: si verifica infatti una ripresa nell'area nord-americana, ma all'estero Gap Inc. fatica ancora a ingranare, accusando un-2%, che si assomma a un -8% nei tre mesi del 2011 (nella foto di Ulrike Howe, un punto vendita Gap a New York).

 

stats