Accordi

Furla: aumenti in busta paga per i dipendenti

Furla firma con la Filcams Cgil l'aumento della retribuzione variabile ai dipendenti. L'impegno riguarda i premi per i prossimi tre anni e coinvolge sia i lavoratori del quartier generale di San Lazzaro (in provincia di Bologna) sia dipendenti delle filiali.



L'accordo, in anticipo sul rinnovo del contratto nazionale, arriva dopo che l'azienda negli ultimi tre anni ha aumentato del 48% il fatturato, arrivato a 228 milioni nel 2013, e ha visto crescere gli occupati 10%.



Una crescita costante dell'azienda, dovuta, oltre che all'espansione internazionale e agli investimenti in ricerca e sviluppo, anche alle strategie che puntano molto proprio sulle risorse umane, attivando un circolo virtuoso e una ricaduta positiva sull'andamento dei risultati.



«Per noi i dipendenti sono strategici -sottolinea Eraldo Poletto, amministratore delegato di Furla - il nuovo accordo non è un costo, ma un investimento. Sempre più all'interno di un mercato globale è importante garantire, 24 ore su 24, la piena collaborazione a supporto di chi, in tutto il mondo, lavora e gestisce con professionalità il rapporto con il cliente. L'impegno di tutti va incentivato».


A conferma del buon andamento di Furla nell'anno in corso sono previste 150 nuove aperture in tutto il mondo, di cui 56 da gennaio a oggi, mentre l'implementazione della piattaforma digitale, ha portato l'e-commerce Furla a registrare nel 2014 un incremento del 9% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

 

 

stats