Accordi

Smi e Assotemporary insieme per affrontare le nuove esigenze del mercato

Smi-Sistema Moda Italia e Assotemporary, l’associazione italiana degli “spazi a tempo” hanno siglato un accordo che permetterà alle aziende tessili e dell’abbigliamento associate di affittare temporary store e showroom a prezzi variabili dal 20 al 50%, in base al periodo prescelto.

 

“I cambiamenti che stanno modificando in profondità i mercati, non solo per gli attuali andamenti negativi dell’economia, ci vedono impegnati a dare risposte di sistema, in parte anche inedite, ai nostri associati - ha spiegato Michele Tronconi, presidente di Smi -. Cambiano i luoghi di riferimento, ma mutano anche i modi di rapportarsi con i propri bacini tradizionali. L’accordo con Assotemporary, oltre che per le facilitazioni economiche, è importante perché offre la possibilità di sperimentare nuove e diverse possibilità di comunicazione e di attività retail”.

 

Grande soddisfazione è stata espressa da Roberto Mari, presidente di Assotemporary, che ha commentato: “Il temporary shop rappresenta oggi, nella situazione di forte crisi economica che attanaglia il nostro Paese, una delle più innovative soluzioni a disposizione delle aziende per comunicare e per realizzare iniziative di vendita efficaci, valorizzando tempo e spazio”.

 

Secondo Assotemporary in Italia sono oltre un centinaio di location adibite a temporary store, di cui 70 nella sola Milano e tra queste una quindicina sono propriamente temporary showroom.

 

 

stats