Acquisizioni

Buccellati in mani cinesi: il controllo al gruppo Gangtai

La Cina continua a fare shopping in Italia. Nel mirino questa volta Buccellati, il marchio di gioielleria nato a Milano nel 1919, di cui il gruppo Gangtai ha rilevato l'85% dal fondo Clessidra e dalla famiglia Buccellati, che manterranno il 15% delle azioni.

 

Clessidra aveva fatto il suo ingresso nel capitale di Buccellati nel 2013, acquisendo una quota del 67% e lasciando alla famiglia fondatrice il 33%. Un periodo di duopolio che ha visto la realizzazione di importanti investimenti per rafforzare l'immagine della griffe, ampliare gli orizzonti distributivi, differenziare l'offerta di prodotti e potenziare il team manageriale.

 

Soggetto all'approvazione da parte della autorità cinesi, il closing dell'operazione è atteso per il secondo trimestre 2017. A seguire Andrea Buccellati manterrà il ruolo di direttore creativo e presidente onorario di Buccellati, mentre Gianluca Brozzetti rimarrà con la carica di ceo. Anche altri membri della famiglia resteranno all'interno dell'azienda.

 

«Abbiamo supportato Buccellati negli ultimi tre anni, durante i quali il marchio ha riportato una crescita complessiva dei ricavi del 60% - è il commento di Marco Carotenuto, managing director di Clessidra -. Crediamo che l’azienda sia oggi pronta per un nuovo percorso di ulteriore crescita che Gangtai sarà in grado di supportare, tenuto conto anche della sua esperienza nel mercato della gioielleria e della sua forte presenza in Cina».

 

«La nostra famiglia - aggiunge Andrea Buccellati, presidente di Buccellati - ha creato questa azienda quasi 100 anni fa e continuerà a essere pienamente coinvolta nel supportarne lo sviluppo e la capacità creativa, che ha permesso la costruzione di uno stile inconfondibile e unico al mondo nel settore dell’alta gioielleria e dell’argenteria.  Valutiamo con favore l’impegno del Gruppo Gangtai a investire risorse significative per un ulteriore sviluppo del marchio».

 

Nella foto, Elisa Sednaoui, testimonial di Buccellati.

 

stats