Acquisizioni

Dopo il Vfg, anche Hugo Boss potrebbe essere nel mirino degli investitori

Anche per Hugo Boss, come appena avvenuto per i marchi Valentino e M Missoni del Valentino Fashion Group, potrebbe essere tempo di cambiare proprietà. Intanto la linea Selection dell'etichetta confluisce nel core brand.

 

Come riferiscono fonti di stampa odierne, sembra che ci sia più di un potenziale candidato per l'acquisto della maison, oggi in capo per circa il 66% alla lussemburghese Red & Black (i cui azionisti sono all'80% il fondo Permira con alcuni investitori e al 20% alcuni rami della famiglia Marzotto); in pratica gli stessi che hanno venduto il Valentino Fashion Group alla Mayhoola for Investments, società partecipata da un primario investitore del Qatar (vedi fashionmagazine di oggi). Nel frattempo i big Lvmh e Ppr negano un loro interessamento.

 

Non sorprende l'attenzione nei confronti di un'azienda che nel 2011 ha totalizzato 2,06 miliardi di euro di giro d'affari (+19% rispetto al 2010) e un utile netto di 291 milioni (+54%). E i cui ricavi, nel primo quarter dell'anno, sono saliti del 10% a cambi costanti (considerati nella valuta europea sono avanzati del 13%, a quota 607 milioni di euro). Si vedano a tal proposito le notizie su fashionmagazine.it del 14 marzo e del 2 maggio scorsi.

 

Per la label, come riferiscono i notiziari online odierni, è tempo di cambiamenti: sembra infatti che la linea Selection sarà inglobata nel core brand. Una scelta che mira a dare un'immagine globale più chiara del marchio.

 

stats