Acquisizioni

Savile Row: a Cohen, magnate del real estate, la maggioranza di Richard James

I sarti di Savile Row nel mirino degli investitori stranieri. Charles S. Cohen, imprenditore statunitense nel settore del real estate e della cinematografia, aquisisce la maggioranza di Richard James, sartoria bespoke da 25 anni di stanza in Savile Row. E punta all'espansione.

 

Come riporta wwd.com, Charles S. Cohen era da tempo cliente di Richard James e ha avuto modo di valutare in prima persona le potenzialità di questa realtà, venduta anche da Selfridges, Harrods, Matchesfashion.com, Mr Porter, Brown Thomas in Irlanda, Barneys a New York e Hudson's Bay Co. Ora è tempo di dare slancio al business, con Stati Uniti e Asia nel mirino.

 

D'altra parte Sean Dixon, cofondatore della sartoria, cercava da tempo un investitore e nel 2015 aveva incaricato Ironbridge Capital Partner di trovare un partner strategico.

 

In seguito al deal, Cohen acquisisce la maggioranza del brand e ne diviene chairman, con l'obiettivo di giocare un ruolo attivo all'interno dell'azienda. Dixon mantiene il ruolo di amministratore delegato e Toby Lamb rimane con la carica di design director. A Richard James resta il ruolo di ambassador della sartoria.

 

Come ha dichiarato Dixon, l'esperienza di Cohen nel settore del real estate sarà strategica per la crescita del marchio. Primo passo sarà rilevare l'intero building di Clifford street, inserendo il ready-to-wear al piano terra, con il servizio bespoke al livello superiore.

 

Il patrimonio immobiliare di Cohen ammonta a più di 1,100 milioni di metri quadri di proprietà prestigiose in tutti gli Stati Uniti. A lui fa capo anche la società di produzione cinematografica indipendente Cohen Media Group.

 

stats