Analisi Mediobanca

Moda: Francia più redditizia, Italia più solida e liquida

Mediobanca ha messo a confronto i 15 maggiori player della moda italiana con altrettanti big francesi. Nel periodo 2012-2016 i ricavi dei gruppi d'Oltralpe sono cresciuti del 24,4%, quelli degli italiani sono aumentati del 18,6%.

 

A livello di ebit margin l'Italia perde di nuovo la sfida con l'11,6% contro il 17,2% dei francesi. Vince invece dal confronto sui debiti finanziari: 22,7% dei mezzi propri, contro il 35,5%. I big italiani risultano inoltre più liquidi, con un 120% di liquidità sull'indebitamento, mentre i francesi sono al 51,2%.

 

I 15 stanno rafforzando il proprio peso nell'aggregato "Aziende moda Italia manifattura": alla fine del 2016 valevano il 53% del fatturato, per un totale di 30,3 miliardi (dove Luxottica è la società maggiore, con 9,1 miliardi di ricavi, seguita da Prada, con 3,2 miliardi), il 67% degli utili (a oltre 10 miliardi) e il 63% della forza lavoro.

 

Nel quinquennio 2012-2016 i più dinamici sono stati Valentino (+155,6% la crescita), Moncler (+66,8%) e Calzedonia (+41,6%). Il gruppo più solido e più liquido in rapporto all'indebitamento è Armani (nella foto, la sfilata Giorgio Armani per l'autunno-inverno 2018/2019).

 

stats