Analisi

Moda e Lusso: +30% le M&A del 2016

Tra fusioni e acquisizioni, nel 2016 moda e lusso hanno siglato 96 operazioni: il 30% in più rispetto al 2015 che accenna a un'inversione di tendenza, dopo la discesa degli ultimi tre anni. I più dinamici sono soprattutto le holding, il private e quity e gli operatori del retail.

 

Come emerge da una ricerca di Pambianco Strategie di Impresa, il 55% delle operazioni è stato realizzato all'estero. Il 25% è avvenuto tra soggetti italiani, un altro 7% riguarda operazioni messe a segno da soggetti esteri in Italia. Un ulteriore 13% vede come "predatori" soggetti italiani e "prede" le aziende estere.

 

Per quanto riguarda lo shopping delle holding (gli operatori più attivi), il 2016 sarà ricordato per le operazioni dei gruppi asiatici: i cinesi di Gangtai che si sono aggiudicati Buccellati o quelli di Redstone, che hanno comprato la maison Curiel o ancora Belle International, che ha rilevato una quota di Equibox Holding (Replay).

 

Tra gli acquisti da parte dei fondi si ricordano Philippe Model (comprato da 21 Investimenti), L'Autre Chose (fondo Sator) e Aspesi (fondo Armonia).

 

Nella distribuzione si sono mossi Thom Europe (per Stroili e Oro Vivo) e JD Sports (per Go Outdoors e Aspecto) ma anche diversi operatori dell'e-commerce, che hanno portato a una maggiore concentrazione del settore: Privalia e Designers & Friends sono stati rilevati da Vente Privee e Saldi Privati da Showroomprivé, solo per citarne alcuni.

 

stats