Analisi

Patent Box: Mediobanca stima benefici pari al 10% degli utili del lusso

Titoli del lusso più interessanti con il Patent Box. Nel parere degli analisti di Mediobanca, il regime di tassazione agevolata permetterà, nel periodo 2015-2019, un risparmio cumulato del 10% dei profitti complessivi.

 

Tenuto conto di un panel che include aziende come Salvatore Ferragamo, Brunello Cucinelli, Tod's, Moncler e Prada, Mediobanca ha stimato, per il quinquennio coperto dall'agevolazione, 4,4 miliardi di utili totali e un risparmio cumulato di circa 450 milioni, per effetto del Patent Box.

 

Introdotto con la Legge di stabilità del 2015, il regime di tassazione agevolata permette benefici alle imprese che producono redditi attraverso l'uso diretto, o la concessione in uso a terzi, di diritti di proprietà intellettuale.

 

In concreto viene esclusa dalla base imponibile una percentuale di reddito derivante dall'utilizzo della proprietà intellettuale, che sale progressivamente dal 30% nel 2015 fino al 50% dal 2017 in poi. Tale regime dura cinque anni e può essere rinnovato.

 

Nell'annunciare l'accordo con il fisco, nei giorni scorsi, la Salvatore Ferragamo ha parlato di un beneficio «di ammontare significativo» per l’anno di imposta 2015.

 

Mediobanca ha modificato da "neutral" a "outperform" il giudizio sul titolo della griffe fiorentina e ha aumentato il target price da 20 a 26,5 euro. Gli analisti di piazzetta Cuccia hanno anche rivisto il target delle azioni Brunello Cucinelli (da 17,7 a 19 euro, confermando il rating "neutral"), che ieri - 10 gennaio - ha pubblicato la performance dei ricavi preliminari: +10%, a 456 milioni di euro.

 

Confermato inoltre il giudizio “outperform” per Moncler, il cui prezzo obiettivo è stato rivisto da 20,4 a 22,5 euro e ribadito "neutrale" il parere su Tod's, il cui target price sale da 52 a 56 euro su ipotesi di maggiori utili.

 

stats