Aperture

Sealup approda in Brera: primo flagship per l'outerwear made in Italy

Dal 1935 punto di riferimento nei settori del rainwwear e dell'outerwear, il marchio milanese Sealup approda in settembre in Brera con il primo flagship. Una scelta che punta a presentare al meglio l'intero mondo del brand, il suo dna e la sua eleganza sobria.

 

300 metri quadri su due livelli all'interno di un palazzo d'epoca di via Brera 3/5, lo store di Sealup si affaccerà su strada con quattro vetrine. All'interno, uno spazio moderno ed essenziale, illuminato da grandi finestre ad arco, che prendono luce da un cortile tipicamente milanese.

 

In vendita i capi made in Italy della label: impermeabili, caban, cappotti e articoli in piuma d'oca, insieme ai modelli limited edition Sealup Brera, su ordinazione e su misura.

 

Nell'assortimento anche pantaloni, maglieria, camiceria e accessori, sempre made in Italy, ma anche altri marchi, selezionati in giro per il mondo e proposti in esclusiva nello spazio.

 

Nato a Milano nel 1935, Sealup muove i primi passi esclusivamente con gli impermeabili. Nel 1950 l'offerta si amplia e l'azienda assume un ruolo di rilievo in Italia, concentrandosi sul total look fino al 1958, per poi passare alla produzione per i grandi stilisti. Negli anni Novanta si torna a mettere a fuoco l'outerwear, anche per i marchi del lusso internazionali.

 

Oggi l'azienda è diretta dai fratelli Filippo e Cristina Chiesa e può contare su una delle poche strutture industriali del tutto integrate ed esclusivamente italiane, con ricerca dei tessuti, modellistica e produzione esclusivamente interna.

 

Attualmente sono due gli stabilimenti operativi: gli headquarters di Lomazzo, in provincia di Como, dove si trovano direzione, centro ricerche, ufficio stile e archivi storici, e la fabbrica di Calusco d'Adda, Bergamo, dove si svolge la produzione, con un ritmo di 50mila capi l'anno.

 

stats