Azioni legali

Antichi Pellettieri fa causa agli ex manager Burani

Si torna a parlare di cause legali in casa Burani. Nei giorni scorsi, infatti, l'assemblea di Antichi Pellettieri, partecipata al 50% dalla Mariella Burani Fashion Group, oltre all'approvazione del bilancio ha deliberato di promuovere una azione di responsabilità contro gli ex amministratori e sindaci.

 

L'azione riguarderà sia gli amministratori e sindaci di Antichi Pellettieri, sia quelli della controllante Mbfg. Intanto AP ha già presentato un ricorso per accedere alla procedura di concordato preventivo a termine. Il tribunale di Reggio ha concesso 60 giorni di tempo per provvedere alla presentazione del piano di rientro dei debiti. Secondo indiscrezioni si starebbe considerando la messa in liquidazione della società e la vendita degli asset, vale a dire la partecipazione di maggioranza (60%) nel gruppo calzaturiero romagnolo Baldinini.

 

L’azienda di pelletteria e accessori aveva già cercato di raggiungere un accordo di ristrutturazione del debito (85 milioni a fine aprile) con le banche (Unicredit, Bnl, Mps, Bpm e la tedesca Portigon Financial). Da qui la decisione del presidente Francesco Ruscigno (già commissario straordinario della stessa Mbfg) di avviare la procedura concorsuale.

 

L’assemblea dei giorni scorsi ha confermato Giulia Spaggiari amministratore della società, deliberando la nomina di Maria Domenica Costetti - già curatore del fallimento Burani - quale membro del cda. Sempre ieri il cda ha analizzato la posizione finanziaria netta al 31 Maggio 2013 di Antichi Pellettieri, negativa per 85 milioni di euro, peggiorata di circa 200mila euro.

 

 

stats