BATTAGLIE LEGALI

Tregua nella guerra dei Burch: Chris vende metà delle sue quote

Dopo un 2012 turbolento, la guerra dei Burch sembra essere giunta al termine. Chistopher, ex marito di Tory Burch, ha infatti ceduto circa metà delle sue quote ai fondi General Atlantic e Btd Capital Partners. Per la griffe Usa, valutata intorno ai 3,3 miliardi di dollari, si apre la prospettiva di una possibile Ipo.

 

La querelle legale era iniziata lo scorso ottobre, quando Christopher aveva intentato una causa legale contro l'ex moglie, rea a suo avviso di avergli impedito di vendere la propria partecipazione del 28,3% detenuta nella società e di fare ostruzionismo nel trade per l'affermazione della sua nuova insegna Wonder C, giudicata a sua volta dall'imprenditrice come una perfetta copia, low cost e di bassa qualità, del concept Tory Burch.

 

La transazione valorizza in circa 3,3 miliardi di dollari la griffe americana, che ha chiuso l'esercizio fiscale 2012 a quota 760 milioni di dollari. La valutazione è in linea con quella di altri marchi quotati, come Prada, Hugo Boss e Michael Kors: e proprio l'Ipo sembra essere la prossima mossa strategica di Tory Burch.

 

stats