BILANCI

Yoox nel 2012 prosegue la corsa, con un +29% nei ricavi

Nel 2012 i ricavi di Yoox si sono attestati a 375,9 milioni di euro, in aumento del 29,1%  rispetto ai 291,2 del 2011 (+25,2% a tassi di cambio costanti). In progresso del 26,6% il fatturato del quarto trimestre, che ha raggiunto i 109,8 milioni di euro, (+24,4% a tassi di cambio costanti). In crescita del 33,2% l'ebitda, a 32,1 milioni di euro.

 

I canali mobili, cellulari e tablet, in cui Yoox, capitanato da Federico Marchetti (nella foto) ha investito sin dall’inizio, hanno rivestito un’importanza crescente per il gruppo: nel solo mese di Natale, l'm-commerce ha infatti rappresentato circa il 25% del traffico totale.

 

Il numero di visitatori unici al mese è cresciuto del 24,5% a 13 milioni, mentre quello dei clienti attivi è passato da 808 mila a 947 mila, con un aumento del 17,2%.

 

La linea di business multimarca, che comprende le attività dei negozi online yoox.com, thecorner.com e shoescribe.com, ha registrato ricavi pari a 262 milioni di euro (+ 23,1%). A tale performance, spiega una nota, ha contribuito in maniera determinante la crescita di yoox.com, che nell'ultimo quarter ha visto una forte accelerazione delle vendite e di cui, nello stesso periodo, è stata lanciata la versione localizzata in Cina. Complessivamente, al 31 dicembre 2012, il segmento multimarca rappresentava il 69,7% del turnover totale.

 

La linea di business monomarca (che comprende le attività di progettazione, realizzazione e gestione degli online store di alcuni dei principali brand della moda e del lusso a livello globale) nel 2012 ha messo a segno ricavi netti consolidati pari a 113,9 milioni di euro, con un'avanzata del 45,3%  rispetto ai 78,4 milioni di euro al 31 dicembre 2011, grazie alla performance sia degli online store già attivi a inizio anno, sia di quelli al via durante il 2012. Nel corso dell’anno è stato avviato l'e-commerce di Barbara Bui, Pringle of Scotland, Pomellato e, inizialmente nei Paesi dell’area Asia-Pacifico e nel quarto trimestre anche in Europa, il sito per lo shopping di Alexander Wang. È stato inoltre firmato l’accordo per il lancio dell'e-shop missoni.com, previsto per il primo semestre del 2013, e sono state rinnovate le partnership con Diesel e Stone Island, rispettivamente per sei e cinque anni. Nel corso del 2012, moncler.com è stato esteso al mercato cinese, mentre a febbraio 2013 è stato ampliato al Giappone l’online store bikkembergs.com. Negli ultimi mesi del 2012 sono inoltre iniziate le attività della joint venture con Ppr, con l’avvio dei negozi virtuali di Sergio Rossi, Stella McCartney e Bottega Veneta. Complessivamente, al 31 dicembre 2012, la linea di business monomarca rappresentava il 30,3%  dei ricavi del gruppo e contava 33 e-shop.

 

Sul fronte dei mercati, il Nord America  si è riconfermato in pole position, con un fatturato pari a 81,5 milioni di euro, in crescita del 36,5% rispetto al 2011. Positiva la performance dell’Italia, che nel quarto trimestre del 2012 ha registrato un progresso dell'11,8%, mentre nell’intero anno i ricavi netti nel nostro Paese sono cresciuti del 2,4%. Buoni anche i feedback nel resto d’Europa, in miglioramento del 27,3%  nell’anno e in accelerazione nel quarto trimestre (+29,6%). Ottima la risposta del Giappone (+56,8%) e degli altri Paesi  (+139,7%  rispetto al 2011), trainati dalla Cina.

 

stats