BORSA

Cucinelli in calo a Piazza Affari dopo cessione del 5,14% del capitale

Seduta in calo oggi, 30 gennaio, a Piazza Affari per le azioni Brunello Cucinelli, che si vanno ad allineare al prezzo a cui è stato concluso il collocamento di una quota di minoranza, ieri sera, a Borsa chiusa.

 

L'azionista di controllo Fedone, che fa capo al fondatore e a.d. del gruppo Brunello Cucinelli, ieri sera ha annunciato infatti di aver messo sul mercato, tramite un accelerated bookbuilding riservato a investitori istituzionali, il 5,14% del capitale a 18 euro per azione, per un controvalore di 62,9 milioni di euro.

 

Il prezzo corrisponde a uno sconto di circa l'8% sul valore di chiusura di ieri. Oggi, intorno alle 16, il titolo cede il 6,55% a 18,33 euro, dopo essere scivolato fino a 18,12. Molto vivaci i volumi, oltre 10 volte la media di un'intera seduta negli ultimi 30 giorni.

 

La quota di Fedone è quindi passata dal 61,56% al 57%, anche a fronte di un contestuale acquisto delle quote di alcuni manager, pari complessivamente a circa lo 0,5%.

 

L'operazione, ha dichiarato Cucinelli, è finalizzata a raccogliere risorse per finanziare il "progetto per la bellezza", un'iniziativa intrapresa dall'imprenditore umbro, attraverso la sua Fondazione, per la creazione di tre parchi ai piedi del borgo di Solomeo, sede del gruppo.

 

Fedone ha confermato il proprio impegno a mantenere il controllo della società nel lunghissimo periodo.

 

 

stats