Bilanci

Asics: running e lifestyle trainano le vendite in Europa (+3%)

2016 in chiusura a +3% per le vendite di Asics in Europa, che hanno raggiunto un giro di affari di 886 milioni di euro. A fare da volano la categoria running e il lifestyle, con il sorprendente +42% del brand Asics Tiger.

 

+2% e +3%, queste le percentuali di incremento rispettivamente delle calzature da corsa e dell'abbigliamento per quanto riguarda il brand Asics, la cui attività principale è il running.

 

Vincente la carta del FlyteFoam, l'innovativo materiale presente nell'intersuola del nuovo modello di scarpa da corsa, la DynaFlyte, ma anche in altre scarpe da corsa per la primavera-estate 2017. Una marcia in più a livello di leggerezza e ammortizzazione, che ha "contagiato" anche modelli di calzature dedicate ad altri sport, come il tennis.

 

A gonfie vele anche il lifestyle del marchio, Asics Tiger, che ha messo a segno un significativo +42%, beneficiando della iconica "Gel Collection" e dei continui aggiornamenti del prodotto, oggetto anche di collaborazioni creative.

 

Bene le vendite negli store di proprietà, con una progressione del +15%. A proposito di retail, nel 2016 c'è stato il lancio del nuovo global retail contept, che ha debuttato in anteprima con il negozio di Bruxelles. L'idea è realizzare contenitori dove accompagnare il consumatore nell'esperienza di acquisto.

 

Un presupposto legato al nuovo approccio incentrato sul consumatore, che vedrà il marchio protagonista di due iniziative globali: la community Asics FrontRunner e il lancio della Smsb-Crew, una urban community con la passione condivisa per una vita vissuta all'insegna della salute, grazie alla pratica sportiva.

 

«Nel 2016 la nostra attenzione è stata incentrata su un approccio dedicato al consumatore attraverso il business - spiega Alistair Cameron, ceo di Asics Europe -. Abbiamo semplificato la distribuzione dei modelli running iconici per evitarte una sovradistribuzione e garantire una più diversificata offerta di prodotti con i nostri account».

 

E prosegue: «Nonostante questa decisione strategica abbia impattato sui risultati economici a breve termine, Asics continua nella propria crescita, incentrata sulla salute attraverso il business».

 

stats