Bilanci

Cucinelli: nel 2013 ricavi e utili corrono a doppia cifra

Brunello Cucinelli archivia il 2013 con un utile netto a 29,6 milioni (+10,9%) e ricavi netti per 322,5 milioni (+15,5%). Forte la crescita all'estero (+21,4%), che rappresenta il 79,3% del fatturato totale dell'azienda umbra: Usa +23,2%, Europa +20%, Greater China +52,5%, resto del mondo +5,7%. Segno meno per l'Italia (-2,9%), pari al 20,7% dei ricavi.


«Abbiamo chiuso il 2013 con dei risultati molto speciali - ha commentato il presidente e a.d. del gruppo, Brunello Cucinelli - è sotto il profilo dell'immagine è stato un anno importantissimo. Il grande apprezzamento per un prodotto made in Italy di grande artigianalità, qualità e creatività, con grande attenzione al tema dell'esclusività nella distribuzione ci pare molto forte».



«Crediamo fortemente nel segmento del lusso absolute - ha aggiunto l'imprenditore-filosofo - ed essendo un'industria ancora molto giovane, pensiamo di avere un futuro di lavoro interessante e sereno per le nostre genti, per i nostri fornitori, a cui teniamo molto, e il nostro territorio».



Positivo anche l'outlook: «Avendo un sentimento a livello mondiale (specialmente in Italia) di una rinascita morale, civile, politica, umana ed economica - ha detto Cucinelli - immaginiamo per il 2014 per la nostra industria una crescita a due cifre garbata, in termini di fatturato e profitti».

 

 

 

 

stats