Bilanci

U.S. Polo Assn.: 2016 stabile e ancora investimenti nel retail

Esercizio in linea con l'anno precedente e positivi risultati di vendita in Germania, Spagna, Grecia e Cipro. U.S. Polo Assn. archivia il 2016 con un fatturato di 22 milioni di euro. Prosegue la scommessa sul retail, con l'opening di nuovi store, mentre l'export dà risultati brillanti in Germania, Spagna, Grecia e Cipro. Cresce il network wholesale.

 

A fare la parte del leone, nella composizione del turnover, è l'abbigliamento maschile, che rappresenta il 60% del giro di affari. La donna copre il 20% mentre il restante 20% è appannaggio del childrenswear.

 

Per quanto riguarda la campagna vendite dell'autunno-inverno 2017/2018, collezione in cui ha performato bene la felpa con il cappuccio con interno in tartan, il giro di affari ha raggiunto gli 11 milioni di euro, in linea con la campagna vendite precedente, con Italia e resto del mondo fifty-fifty.

 

In progress i multimarca uomo, donna e bambino, saliti a quota 1.500, rispetto ai 1.300 dell’esercizio precedente. Il marchio, inoltre, ha dato il via al progetto retail, con l’apertura dei primi monomarca e l’inaugurazione di un inedito concept, per offrire un'esperienza di shopping personalizzata.

 

A oggi sono operativi i punti vendita di Milano, Viareggio e Messina in Italia, e di Paphos e Larnaca, a Cipro, a cui si aggiungeranno un monomarca a Cefalù in fase di apertura e un terzo store a Cipro.

 

Entro l’estate del 2017, le vetrine U.S. Polo Assn. saranno in totale sette (quattro in Italia e tre a Cipro), mentre il numero dei corner, tra Italia e Europa, si attesta a quota 26. A dare slancio alla distribuzione c'è anche lo store online, all'indirizzo shop.uspoloassn.com.

 

stats