Black Friday

Negli Usa previsto un +3,6% di vendite. In Italia aderisce un negozio su quattro

Negli Usa ci si attende un ottimo inizio dello shopping natalizio, che convenzionalmente parte con il Black Friday (oggi 25 novembre). E anche l'Italia ci prova: un negoziante su quattro - stima Confesercenti - opterà per le promozioni.

 

Nelle previsioni di Nrf-National Retail Federation e Prosper Insights & Analytics, 137,4 milioni di americani si dedicheranno agli acquisti, tra offline e (sempre più) online, contro i 135,8 milioni di un anno fa.

 

Secondo l'associazione di categoria dei dettaglianti Usa e alcuni analisti, nei primi 10 giorni di novembre - durante i quali si sono svolte l elezioni presidenziali, tenutesi l'8 del mese - il mood dei consumi risultava un po' sottotono, ma in seguito è emerso un certo ottimismo fra i retailer riguardo la holiday season.

 

Nelle previsioni di Nrf le vendite natalizie dovrebbero mostrare una crescita del 3,6% rispetto all'anno prima, risultando una delle migliori stagioni degli ultimi anni.

 

Il Venerdì Nero concentrerà la maggior parte dello shopping (vedi grafico in alto) anche se una percentuale intorno al 20% dovrebbe avere già acquistato ieri, nel giorno del Ringraziamento.

 

I protagonisti degli acquisti di oggi, a caccia di affari, saranno soprattutto i Millennial: nel sondaggio della Nrf lo ha dichiarato l'86% dei 18-24enni e il 78% dei 25-34enni.

 

Proprio questo target, nelle attese, è la locomotiva degli acquisti sia online che negli store fisici e si prevede che compreranno anche sabato (Small Business Saturday) e lunedì (Cyber Monday).

 

La tradizione Usa sta superando l'oceano, per diffondersi anche da noi e non solo nell'e-commerce. In base a un'indagine condotta da Confesercenti su un campione di imprese del dettaglio tradizionale e del turismo, il 23% ha dichiarato che procederà alle vendite promozionali del Black Friday e un altro 33% intende aderirvi in futuro.

 

Tuttavia, come segnala l'associazione di categoria, rimangono dubbi sulla liceità della giornata di promozioni, in contrasto con le norme che in molte regioni vietano i pre-saldi nei 30 giorni che precedono il Natale.

 

Non solo. Al momento pare che i risultati non siano eclatanti: il 62% degli intervistati pensa che per ora il Venerdì Nero dia risultati tangibili solo nel caso delle vendite online.

 

Secondo Confesercenti, negli ultimi 15 giorni per pubblicizzare le promozioni di questa giornata gli operatori dell'e-commerce avrebbero inviato agli italiani circa 100 milioni fra email, sms e messaggi promozionali. Per questa ragione il commercio tradizionale chiede parità di trattamento rispetto ai web store.

 

stats