CALZATURE

Baldinini corre con gli opening e testa a Milano il concept Trend

Partendo dal nuovo concept Baldinini Trend, inagurato durante la settimana della moda in piazza San Babila a Milano, è intenso il piano di aperture di negozi della realtà delle calzature e degli accessori. Del resto, il business non conosce rallentamenti: Gimmi Baldinini pronostica di chiudere il 2013 con un fatturato che sfiora i 150 milioni di euro, in crescita del 15% sul 2012.

 

Lo store Baldinini Trend - festeggiato la sera del 15 settembre con una performance artistica del designer e fotografo Hiroyuki Kikuchi - rappresenta una formula inedita per offerta, target ed esperienza d’acquisto. L’intenzione dell’azienda è di testarla in una città come Milano (in particolare, in una location come piazza San Babila, al confine tra le vie del lusso e quelle più commerciali), prima di rendere il modello esportabile oltre l’Italia e l’Europa, per inserirlo nelle strade più hot dei quartieri all’avanguardia delle città vocate alla moda e alla cultura.

 

Baldinini Trend è infatti concepito come una galleria di arte e design, in cui i visitatori sono invitati a esplorare e il prodotto è messo in risalto in tutti i suoi aspetti, in modo da apprezzarne il valore aggiunto. Baldinini Trend sarà anche il luogo della sperimentazione, con una rotazione rapida delle suggestioni in vetrina, collezioni flash e forme e materiali accattivanti. Un negozio pensato per un pubblico giovane, dinamico e metropolitano.

 

“Due formule alternative, entrambe fatte di capacità, sogni e fantasia all’italiana”: così Gimmi Bladinini ha definito i concept store Baldinini e Baldinini Trend. Per l’insegna consolidata il piano di aperture di negozi diretti ha nel mirino Londra entro l’anno e New York nei primi sei mesi del 2014. Ma si pensa anche a una nuova boutique romana.

 

Baldinini, come è noto, è stato tra i primi a conquistare il mercato russo. Qui è presente in modo capillare. Solo a Mosca, entro l’anno, arriverà a contare 14 monomarca. A ottobre un nuovo store del marchio aprirà a Tashkent, capitale dell’Uzbekistan. Un opening è previsto anche in Turchia a Istanbul, nel quartiere Laleli, mentre a Riga in Lettonia il negozio già presente verrà trasferito in una location più spaziosa e centrale.

 

Inaugurazioni sono attese pure a Vilnius in Lituania e ad Almaty in Kazakhstan (nel Dostyk Plaza Shopping & Entertaiment Center). In Ucraina, Paese già ampiamente presidiato, tre nuovi punti vendita del marchio verranno avviati a Lvov, Simferopol e Zaporozhye.

 

Ad Abu Dhabi si arriverà a tre monobrand Baldinini, grazie all’apertura nel Ferrari World Adu Dhabi, parco a tema sull’isola Yas. Sulla Cina Gimmi Baldinini, tra gli artefici del progetto che ha portato alla realizzazione di TheMicam Shanghai, ha le idee chiare. “È un mercato troppo importante - afferma -. Tuttavia, ci vorrà molto tempo per svilupparlo. I cinesi non hanno ancora una preparazione solida nella moda”. (nella foto il negozio Baldinini, aperto a Lugano in primavera)

 

 

stats