CAUSE LEGALI

La terzista vs Chanel: decisione a sorpresa della Corte

 

Uno dei brand più colpiti dalla piaga dei falsi stavolta si è trovato dall'altra parte della barricata: la maison Chanel, accusata di contraffazione da una piccola realtà tessile, la World Tricot, si è vista dare torto dalla Corte d'Appello di Parigi.

 

La notizia ha avuto una vasta eco sui media francesi e internazionali. Tutto è cominciato alcuni anni fa quando un responsabile della World Tricot, terzista che ai tempi collaborava con Chanel, girando per le strade di Tokyo ha visto in una vetrina un capo della griffe che riportava un motivo crochet, a suo dire identico a quello che l'azienda stessa aveva proposto poco tempo prima alla maison, che lo aveva rifiutato. Da qui la decisione, da parte di World Tricot, di andare per vie legali, attraverso una vicenda giudiziaria partita nel 2005 e culminata nel 2009 nell'assoluzione in primo grado della maison da parte del Tribunale.

 

Ma Carmen Colle, titolare di World Tricot, non ha mollato la presa: ha fatto ricorso e, venerdì scorso, si è presa una bella rivincita. Chanel le dovrà versare una somma di 200mila euro, più interessi, per aver "copiato modello e tessuto". Dalle pagine di Le Monde, i portavoce del marchio della doppia C hanno fatto notare che la richiesta di M.me Colle era ben più alta (2,5 milioni di euro) e che la Corte ha respinto un altro importante capo d'accusa, ossia l'interruzione fallace delle relazioni commerciali con l'atelier. "Senza contare - sottolinea in particolare Bruno Pavlovsky, presidente delle attività moda di Chanel - che pur avendo a che fare con ben 400 fornitori, non ci è mai successo niente di simile".

 

Ma c'è un altro motivo per cui è difficile che Carmen Colle assapori appieno il gusto della vittoria: come riporta la stampa, la rottura dei rapporti con Chanel è stata un vero terremoto per la sua struttura, un'impresa da 90 dipendenti che ha dovuto essere liquidata. Lo scorso aprile, la battagliera imprenditrice ha riaperto i battenti, ma con soli cinque addetti.

 

 

stats