CELEBRAZIONI

Dior taglia il traguardo dei 70 anni con un progetto editoriale sui suoi stilisti

Per i suoi primi 70 anni la maison Christian Dior si regala una prestigiosa antologia in sette volumi, ognuno dei quali dedicato a ciascuno dei sette couturier che hanno avuto la responsabilità dello stile del marchio parigino del lusso, dalla sua fondazione nel 1947: da Christian Dior alla new entry Maria Grazia Chiuri. Intanto la griffe apre anche la sua prima boutique a Barcellona.

 

Nel mezzo alla guida creativa di Dior ci sono stati Yves Saint Laurent, Marc Bohan, Gianfranco Ferré, John Galliano e Raf Simons.

 

La collezione di libri uscirà nel corso del 2017 e del 2018 a opera della casa editrice Assouline. Il primo volume è di più di 500 pagine, si intitola “Dior by Christian Dior 1947-1957” (nella foto) e sarà disponibile da dicembre in francese, inglese e cinese.

 

La monografia è riccamente illustrata con le immagini di Laziz Hamani e contiene una selezione delle più importanti creazioni haute couture di Christian Dior. I testi sono scritti dallo storico della moda Olivier Saillard, che racconta gli ottanta outfit scelti, tra cui il famoso vestito in due pezzi “Bar”, disegnato nel 1947. Ma il critico va anche alla ricerca delle ispirazioni, delle influenze e della visione del designer.

 

Nel frattempo Dior ha aperto il suo primo negozio a Barcellona, al numero 74 di Paseo de Gracia. Qui sono in vendita le sue linee di prêt-à-porter e accessori femminili.

Progettata dall'architetto Peter Marino, questa boutique di 400 metri quadri che assomiglia a un appartamento parigino, si unisce alle altre quattro location presenti in Spagna: due a Madrid, una a Puerto Banus e una a Malaga.

Il Gruppo Dior, che controlla la maison e Lvmh, ha chiuso il 2015 con un fatturato di 38 miliardi di euro.

 

 

stats