CHILDRENSWEAR

Preca Brummel ammessa al concordato in continuità

Il Tribunale di Varese ha ammesso Preca Brummel al concordato in continuità, in linea con la domanda presentata ad aprile 2017 e al piano di ristrutturazione e rilancio del quinquennio 2018-2022 depositato lo scorso novembre. L'assemblea dei creditori è fissata per il prossimo 13 giugno.

 

Il piano si basa su una riorganizzazione interna, in accordo con i sindacati, e su un progetto di rilancio dell'azienda di childrenswear, che coinvolge diversi ambiti: comunicazione, retail, sviluppo nazionale e internazionale, prodotto.

 

Carola Prevosti - amministratore unico della società fondata da Giovanni Prevosti nel 1951 a Carnago (Va), i cui brand di punta sono Brums e Mek - sottolinea che il rinnovamento in atto sta già dando buoni riscontri, sia nella stagione primavera-estate 2018, sia nella campagna vendita relativa all'autunno-inverno 2018/2019.

 

È stato definito un progetto di sviluppo distributivo, che contempla aperture di monomarca nel nostro Paese ma soprattutto oltreconfine, in sinergia con alcuni partner: si parla di quattro opening in Qatar-Doha (uno per Brums, più quattro corner per Mek), oltre che del primo monomarca Mek in Russia, a Mosca, all'interno del Lubyanka Mall.

 

Sempre in Russia si profila una ricollocazione di Brums in uno spazio più grande. L'espansione tocca anche il Gibuti, con due corner, uno per Brums e l'altro per Mek. In Italia il focus è su Firenze, con un monomarca in franchising e un raddoppio della presenza presso Coin Cantore (nella foto da Instagram, la primavera-estate 2018 di Brums).

 

stats