COMUNICAZIONE

Usa: dopo il via libera alle nozze gay, scatta l'endorsement dei brand della moda

Da quando Obama, nel discorso del suo secondo insediamento, aveva chiesto di uniformare i diritti degli omosessuali, sono state molte le aziende Usa che hanno sostenuto la causa della marriage equality. Un supporto rinnovato dopo il sì alle nozze gay della Corte Suprema, veicolato soprattutto attraverso i social network.

 

Come evidenzia il corriere.it, dopo la storica sentenza che legittima il matrimonio tra persone dello stesso sesso, molte company - anche del settore moda, come per esempio Gap, Banana Republic e Marc Jacobs - si sono affrettate a mettere post su Facebook e Twitter, cogliendo l'occasione per rinforzare la propria brand identity con messaggi socialmente rilevanti e per dialogare con una comunità, quella gay, che è tra i big spender americani.

 

Negli ultimi mesi, oltre alle iniziative di comunicazione del fashion a supporto di questa battaglia, come l'advertising gay-friendly dello stesso Gap (nella foto), Abercrombie & Fitch e RayBan, il sostegno alla causa era venuto anche dalla passerella: nell'ambito dell'haute couture, un big come Karl Lagerfeld aveva mandato sulla pedana di Chanel una coppia di spose, mano nella mano, proprio all'indomani del celebre discorso del presidente Usa.

 

stats