Calzature

Di nuovo all'asta il 60% di Baldinini

Torna all'asta il 60% del capitale dell'azienda di calzature Baldinini di San Mauro Pascoli (Fo) che fa parte delle attività di Antichi Pellettieri, dal 2014 in liquidazione e concordato preventivo. La base per la vendita scende a 24,05 milioni di euro, dai precedenti 28,05 milioni.

 

Il nuovo bando per la raccolta e la valutazione di offerte di acquisto è stato pubblicato ieri 27 giugno sul portale dei fallimenti di Reggio Emilia mentre una sintesi compare su alcuni tabloid nazionali e sul Financial Times.

 

Le manifestazioni di interesse dovranno essere inviate entro il 5 luglio. La due diligence per i soggetti ammessi dovrà concludersi entro il 26 del mese. La scadenza per l'offerta vincolante e non condizionata è il 2 agosto.

 

La prima asta - nel giugno 2016 al prezzo base di 28,05 milioni - è andata deserta. Al tempo si è parlato di una cifra troppo elevata ma anche di un possibile ostacolo dato dal fatto che il restante 40% dell'azienda è in capo al fondatore del marchio, Gimmi Baldinini, che mantiene la governance. Infatti, per statuto, qualsiasi decisione deve essere presa con il consenso dei due terzi del capitale.

 

Intanto il marchio procede con un ambizioso piano di espansione all'estero, soprattutto in Europa, Russia e Medio Oriente. «Dopo aver chiuso 12 mesi con un fatturato in linea con gli ultimi esercizi - ha dichiarato Baldinini al recente Pitti Uomo - quest'anno contiamo su esportazioni in aumento del 60-65% rispetto all’ultimo biennio». Altri investimenti riguardano l'e-commerce, che sta crescendo a due cifre.

 

stats