Cessioni

Domani Ppr deciderà le sorti di Fnac

Dovrebbe essere svelato domani il piano di Ppr, proprietario dei marchi di lusso come Gucci e Saint Laurent, per la cessione dalla Fnac. Tra le ipotesi più accreditate c'è quella della quotazione in Borsa della catena di distribuzione di musica, libri ed elettronica, ma separata da Ppr.

 

Il Journal de Dimanche di ieri ha scritto che il gruppo francese questa settimana ufficializzerà la cessione di Fnac e anche de La Redoute, lo storico marchio di vendita per corrispondenza. Ppr si concentrerà solamente sul lusso, dove è presente con Gucci Group, e sul Lifestyle, attraverso alcuni brand come Puma. Atteso anche un cambiamento del nome, visto che Ppr sta per Pinault, Printemps Redoute, ma il gruppo ha da tempo  ceduto i magazzini Printemps e adesso cerca di liberarsi anche di Redoute.

 

Sempre secondo indiscrezioni di stampa Fnac potrebbe venire quotata in Borsa, ma separatamente da Ppr. Per adesso Ppr non ha rilasciato commenti. Ma l'ipotesi ripresa da più parti è che la separazione tra il polo del lusso e la catena di distribuzione di musica e libri dovrebbe essere effettiva entro la fine del 2013, una volta ottenuto l'avvallo dell'azionariato durante la prossima assemblea generale del gruppo, prevista a maggio 2013.

 

La catena Fnac a fine 2011 conta 154 punti vendita nel mondo e 14 mila impiegati. Il suo giro d'affari si attesta a quota 4,2 miliardi di euro e incide per il 34% delle vendite complessive di Ppr.

 

stats