Classifica 2017

Interbrand: il lusso perde terreno, a salvarsi sono solo Gucci ed Hermès

Come ogni anno, Interbrand ha pubblicato la classifica Best Global Brands: nell'elenco delle 100 aziende dal maggior valore economico al mondo il comparto lusso è rappresentato da otto marchi, di cui solo due in crescita, Hermés e Gucci. La griffe della doppia G è anche l'unico nome italiano presente nella chart insieme a Prada e Ferrari.

 

Scorrendo la graduatoria elaborata dalla società di consulenza newyorkese, che anche quest'anno è dominata da Apple a livello generale, al primo posto tra i luxury brand c'è Louis Vuitton (19° posto), il cui valore è però diminuito del 4%, a quota 22,9 miliardi di dollari.

 

Seguono in classifica Hermès e Gucci, unici due in ascesa, che conquistano rispettivamente la 32° (14,2 miliardi di dollari, +11%) e la 51° posizione (9.,miliardi di dollari, +6%). Nella chart si ritagliano un posto anche Cartier (65°), Tiffany&Co. (81°) Burberry (86°), Prada (94°) e Dior (95°).

 

Proprio il marchio Prada, che è fra i tre italiani presenti in classifica, ha registrato la performance peggiore (-14%), non solo nella ristretta selezione dei brand del lusso, ma anche nell'intera top 100. Peggio della griffe italiana ha fatto solo Hewlett Packard (-19%).

 

Già nella classifica di un anno fa Prada aveva perso 12 punti percentuali e se continuerà così potrebbe anche sparire dai best global brand edizione 2018, come è successo quest'anno a Ralph Lauren, che nel 2016 era 98esimo e ora è fuori dai 100.

 

All'interno della classifica di Interbrand il settore fast fashion è rappresentato solo dai giganti Zara (che cresce del 11%) e H&M (che invece perde il 10%).

 

Da segnalare che Adidas è il marchio il cui valore è cresciuto di più nell'intera top 100: +17%, ma non abbastanza per impensierire il rivale di sempre Nike, che lo sovrasta in classifica di 37 posizioni, essendo al 18° posto, grazie a un valore del brand pari a 27 miliardi di dollari.

 

stats