Contenziosi

10 Corso Como: si punta a un accordo per evitare il crack

Ieri la prima udienza a Milano per l’affaire Equitalia-Dieci srl. L’ente di riscossione ha proposto un accordo alla società che fa capo a Carla Sozzani per chiudere il contenzioso in essere. Nell’udienza del 29 settembre è attesa la decisione finale.

 

Si allontana l’ipotesi di un crack per 10 Corso Como. Mercoledì 16 settembre, nell’udienza prefallimentare con al centro il contenzioso tra Equitalia e la società Dieci, titolare del concept store, il giudice Filippo D’Aquino si è riservato, una volta valutati i documenti presentati dalle parti, di decidere se rimettere al tribunale in composizione collegiale la decisione sul fallimento, avviando un procedimento.

 

Nel frattempo Equitalia ha invitato la società Dieci (rappresentata dallo studio legale Ichino) a trovare un accordo per la rateizzazione del debito, che sarà formalizzato a breve, e risolvere il contenzioso legale in maniera bonaria.

 

Equitalia aveva presentato nelle scorse settimane istanza di fallimento per la Dieci Srl, la società a cui fa capo Corso Como 10 (quasi completamente controllata da Carla Sozzani Editore) per non aver pagato tasse per 4,67 milioni, di cui 4 milioni di debiti tributari scaduti e il resto per contributi e sanzioni legate ai mancati pagamenti.

stats