Contenziosi

Renzo Rosso denuncia l'amico Michele Merlo. Spariti 2 milioni di dollari

Con un'accusa di spergiuro e di distrazione di fondi, Renzo Rosso chiude l'amicizia trentennale con Michele Merlo, l'uomo che aveva messo a capo dell'Hotel Pelican di Miami. La vicenda è partita nel 2006, quando venne alla luce un ammanco di 2 milioni di dollari.

 

Come si legge sulla stampa online odierna, sembra che Rosso avesse "strappato" Merlo da una paninoteca di Bassano del Grappa, 30 anni fa, per fare la sua fortuna. Un gesto evidentemente non sufficiente a mettere l'imprenditore veneto al sicuro da brutti scherzi. Il tiro mancino, in questo caso, sono stati 2 milioni di dollari mancanti, che a quanto pare Merlo aveva trasferito senza autorizzazione a una finanziaria americana, con l'obiettivo di investirli in operazioni per la ricerca e l'estrazione di gas e petrolio in Texas.

 

Metà di quella cifra è stata restituita da Merlo nel 2008, anno della risoluzione del contratto che lo legava a Rosso. In seguito, chiamato dal giudice, l'ex collaboratore e amico ha affermato di non sapere dove fosse finito il restante milione di dollari. Ma gli avvocati del patron di Diesel sostengono di avere le prove che Merlo fosse a conoscenza di tutti i dettagli dell'operazione: per questo lo hanno denunciato un paio di settimane fa, con l'accusa di spergiuro e distrazione di fondi.

 

 

stats