Crisi

Band of Outsiders resta nelle mani del fondo Clcc

Nulla di fatto per Band of Ousiders all'asta dello scorso 29 luglio: le offerte presentate non arrivavano a coprire i 2,5 milioni di dollari di debito sostenuto dal fondo belga Clcc, che a questo punto mantiene la proprietà intellettuale e il magazzino della label.

 

In capo al magnate Christian Cigrand, il fondo dovrà sostenere il marchio negli Stati Uniti e all'estero.

 

Nel frattempo si attendono aggiornamenti a proposito della direzione stilistica, rimasta vacante poche settimane fa, dopo l'uscita del fondatore, Scott Sternberg.

 

Una parabola discendente apparentemente improvvisa per Band of Outsiders, che solo un anno fa, nel 2014, era l'apice di una storia di successo (il marchio era tra l'altro stato ospite speciale a Pitti Uomo nel 2011).

 

Dopo che a maggio si sono diffuse voci di chiusura - si parlava di molti dipendenti lasciati a casa e della cancellazione degli ordini per l'autunno-inverno 2015 - è arrivata la conferma della crisi, suggellata dall'uscita di scena di Sternberg a metà giugno.

 

Lo step successivo è stata una "liquidation sale", in occasione della chiusura dello store in Wooster street a New York.

 

stats