Crisi

Mandarina Duck resta a Bologna: raggiunto accordo coi sindacati

Mandarina Duck resta a Bologna e riduce gli esuberi. Un'intesa tra le istituzioni, i sindacati ed E-Land, il proprietario coreano del marchio di accessori è infatti stata trovata per scongiurare la chiusura della sede di Granarolo.



Il nuovo accordo, secondo quanto si apprende dalla stampa locale, prevede il mantenimento dell'attività, la riduzione degli esuberi a 17 (rispetto ai 22 precedentemente indicati) su 52 lavoratori. Resta confermato il rafforzamento commerciale, che prevede anche l'apertura di una nuova struttura milanese, con lo spostamento di 10 figure professionali.

 

stats