Cushman & Wakefield Report

Affitti in calo a New York, a causa del web. Ma in Italia corrono

La Fifth Avenue a New York si conferma per il terzo anno consecutivo la strada commerciale più cara al mondo, davanti a Causeway Bay a Hong Kong. Entrambe però hanno registrato una battuta d'arresto, visto che i grandi marchi stanno razionalizzando il retail, in favore dell'e-commerce.

 

Tuttavia il trend non ha coinvolto i prezzi delle principali vie dello shopping italiane con Milano, Roma, Firenze e Venezia in crescita (vedi tabella), come emerge dallo studio Main Streets Across the World presentato da Cushman & Wakefield in occasione del Mapic, il salone dell'immobiliare in corso a Cannes.

 

La celebre via di Manhattan ha superato la rivale asiatica nel 2014, che per i due anni precedenti aveva avuto il primo posto in classifica. Terzi classificati gli Champs-Elysées di Parigi. Via Montenapoleone a Milano è sesta con affitti medi di 12.000 euro al metro quadro l'anno.

 

L'affitto medio della Quinta Strada è pari a 29.065 euro, mentre Causeway Bay a Hong Kong ha un prezzo medio di 27.884 euro. Valori che, nonostante siano quasi il doppio di quelli delle altre principali strade commerciali al mondo, sono comunque inferiori a 12 mesi prima.

 

Secondo il report Main Streets Across the World, che prende in esame 462 tra le principali vie commerciali del mondo, la Fifth Avenue ha visto i prezzi degli affitti commerciali calare del 14% rispetto al 2015, quando il canone per uno spazio retail aveva toccato quota 33.800 euro. Si tratta della prima flessione dalla fine della crisi finanziaria, sottolinea il rapporto, secondo il quale il trend proseguirà anche nel 2017.

 

A Hong Kong quest'anno il calo è stato del 15%, dopo il -12% registrato nel 2015. Gli Champs-Elysées di Parigi, terzi al mondo e primi in Europa, vantano un affitto di 13.225 euro al metro quadrato annui.

 

Secondo la ricerca, il 36% delle vie monitorate ha registrato un incremento dei canoni di locazione. Di questa percentuale fanno parte tutte le principali strade italiane, prime fra tutte via Montenapoleone a Milano, che ha registrato una crescita del 20% negli ultimi 12 mesi, consolidando la terza posizione nella classifica Emea e confermando il fascino della città sia per il mass market che per i brand del lusso.

 

Bene anche via Condotti a Roma, quarta nella classifica europea, grazie a un canone annuo passato nel giro di un anno da 9.500 euro al metro quadro a 11mila. In crescita anche via Roma a Firenze e Calle 22 Marzo a Venezia.

 

Il report di Cushman & Wakefield, oltre a presentare la graduatoria delle 71 location più costose a livello globale, mette in luce altri aspetti chiave del mercato retail, come le location più economiche o quelle in più rapida crescita e declino. Aspetti che verranno approfonditi su questo sito nei prossimi giorni.

 

stats