DEBUTTI

H&M: Petter Klusell firma una capsule uomo ispirata alle origini

Era il 1968 quando il fondatore di H&M, Erling Persson, per allargare il suo negozio Hennes acquistò lo shop Mauritz Widforss a Stoccolma. Un nuovo punto vendita battezzato Hennes&Mauritz, che diede il "la" all'avventura di H&M, ricordata ora in una capsule disegnata da Petter Klusell (nella foto).

 

L'idea di una collezione maschile ispirata agli albori della storia del brand si fa strada quando Klusell, designer di H&M nota il nome di Mauritz Widforss in un libro acquistato da un antiquario qualche anno prima: "Era una raccolta di vecchie riviste svedesi sulla caccia e la pesca - racconta -. Fra le diverse pubblicità ho visto quella di Mauritz Widforss. Presto ho capito che si trattava dello stesso Mauritz da cui aveva avuto origine la linea maschile di H&M (per qualche tempo Hennes&Mauritz continuò a vendere i capi Mauritz, un look uomo outdoor, ndr)".

 

Lo stilista comincia così a cercare i vecchi cataloghi Mauritz Widforss in biblioteche e archivi, per individuare il background autentico da cui partire per il lancio di questa capsule, che decide di chiamare Mauritz Archive e di presentare in vista del prossimo autunno-inverno.

 

L'offerta, disponibile in selezionati store dal prossimo 19 settembre, sarà composta da 21 pezzi tra abbigliamento e accessori, molti dei quali realizzati con tessuti speciali, quali il cotone cerato di British Millerain e la lana di Abraham Moon & Sons, in modo da far rivivere appieno la tradizione dei capispalla maschili di quel periodo.

 

stats