DICHIARAZIONI

Cannara (Aimpes): «La pelletteria? È come un'auto potente, spingiamo il motore al massimo»

 

Durante l'assemblea annuale dell'Aimpes, tenutasi sabato 24 maggio a Bologna, l'associazione italiana della pelletteria ha diffuso alcuni dati di settore, che confermano un andamento a doppia velocità. Le riflessioni ed esortazioni del presidente Cannara (nella foto).

 

Nella sua relazione, Giorgio Cannara ha sottolineato come l'andamento del 2013 sia stato sostanzialmente simile a quello dell'anno precedente, con un export in aumento dell'11% e un calo del 5% sul mercato interno. Le esportazioni sono progredite del 3,5% in quantità, con i prodotti in pelle in pole position (+9,5%).

 

Il valore complessivo delle vendite ha superato i 5,6 miliardi di euro, con alcuni segnali di ridimensionamento da parte dell'Unione Europea, mentre l'extra Europa ha confermato il proprio dinamismo.

 

Nel segmento di punta rappresentato da Aimpes, le borse femminili, sono stati venduti oltre 38 milioni di pezzi, di cui poco meno della metà in pelle, a un prezzo medio di 95 euro, con un incremento di quasi 2 milioni di pezzi sul 2012 e un rialzo annuale del 10%.

 

Cannara ha paragonato il comparto della pelletteria a «un'auto potente e veloce, costruita con un mix di alta tecnologia e di componente estetica, che tutto il mondo ci invida». «Facciamo allora andare il motore ai massimi giri - ha detto - nelle imprese grandi e strutturate come in quelle piccole e famigliari, senza le quali le prime non potrebbero esistere».

 

La ricetta del numero uno di Aimpes è semplice e complessa nello stesso tempo: «Investire ancora di più e ancor meglio nel prodotto e nella sua qualità percepita, alzando gli standard dei servizi ai clienti, cercando di cogliere e interpretare il mercato nei suoi repentini mutamenti e plasmando la propria attività su questo scenario».

 

stats